Notizia

BIAL diventa globale con il nuovo centro di ricerca negli USA e l’acquisizione di promettenti programmi per la malattia di Parkinson

01 ottobre, 2020
  • BIAL Biotech avrà sede a Cambridge, Massachusetts, e sarà un centro di ricerca d’eccellenza dedicato alla malattia di Parkinson geneticamente definita
  • Il programma clinico LTI-291 e altri programmi di ricerca dedicati alla malattia di Parkinson acquisiti dalla Lysosomal Therapeutics, Inc
  • Il team di R&D guidato da Peter Lansbury, professore di neurologia presso la Harvard Medical School
  • Gli investimenti potranno raggiungere i 130 milioni di dollari in base ai risultati degli sviluppi a valle, e numerosi traguardi commerciali e normativi

 

Porto / Cambridge, Massachusetts, 1° ottobre 2020 – BIAL, un’azienda farmaceutica con sede in Portogallo e filiali in Europa, dedicata alla R&D nelle malattie del sistema nervoso centrale, ha annunciato oggi di aver aperto una nuova filiale negli Stati Uniti d’America, la BIAL Biotech Investments Inc. (BIAL Biotech). Questo nuovo centro di ricerca focalizzato sulla malattia di Parkinson geneticamente definita si trova a Cambridge, Massachusetts, un importante polo biotecnologico mondiale.

Contemporaneamente, BIAL ha annunciato di aver acquisito i diritti mondiali del LTI-291 e tutti i programmi di ricerca sulla malattia di Parkinson di Lysosomal Therapeutics Inc. (LTI) e di aver assorbito l’intero team R&D.

António Portela, presidente esecutivo di BIAL, rivela “Il nostro ingresso negli USA con la creazione di BIAL Biotech e l’acquisizione dei promettenti programmi di LTI rappresenta un passo decisivo verso la realizzazione della nostra mission, ovvero contribuire a migliorare la qualità della vita delle persone in tutto il mondo. Lo sviluppo di questo nuovo centro di ricerca negli USA è una pietra miliare estremamente rilevante per noi. Stiamo investendo sulla scienza e sulla ricerca, tramite la nostra presenza diretta in uno dei più importanti poli di ricerca al mondo e in una delle aree più promettenti della medicina”.

Questa acquisizione fornisce all’azienda non solo una pipeline di nuovi candidati farmaci per la malattia di Parkinson, ma anche un competente team R&D, guidato da Peter Lansbury, professore di neurologia presso la Harvard Medical School e un rinomato precursore nel campo delle malattie neurodegenerative.

Con questa acquisizione, BIAL espande la sua pipeline, in particolare con l’integrazione di nuovi composti nell'area della neurodegenerazione già in sviluppo clinico e specifici per la malattia di Parkinson, dove l’azienda farmaceutica ha già un’importante posizione di mercato.

Il presidente esecutivo di BIAL ricorda inoltre che: “I composti che abbiamo acquisito sono basati sulla genetica, un nuovo campo di ricerca per noi. Il preparato di punta, che ora ha il nome in codice BIA 28-6156/LTI-291, ha un innovativo meccanismo d’azione e la potenzialità per essere la prima terapia modificante della malattia per il sottogruppo genetico della malattia di Parkinson. Ha completato con esito positivo la fase 1 della sperimentazione clinica e dovrebbe iniziare lo studio di fase 2 nel 2021. Stiamo passando dalla terapia sintomatica all’intervento sul meccanismo della malattia: c’è grande entusiasmo in BIAL”.

Siamo lieti di esser parte di BIAL e di assumere un ruolo guida per la crescita negli USA” afferma Kees Been, ex CEO di LTI e oggi CEO di BIAL Biotech. “Con l’impegno e le risorse di BIAL saremo in grado di accelerare i nostri nuovi programmi clinici e di ricerca, andando nella direzione di approcci terapeutici mirati e personalizzati per i pazienti con la malattia di Parkinson geneticamente definita”.

A nome degli azionisti di LTI, saluto con entusiasmo la BIAL, dove i programmi LTI hanno trovato un’ottima casa” ha dichiarato Clay B. Thorp, accomandatario di Hatteras Venture Partners, “Questo accordo ci dà la combinazione perfetta e riponiamo grande fiducia nel fatto che, con le risorse e l’impegno di BIAL, il team potrà presto presentare ai pazienti l’LTI-291 e gli altri composti che serviranno per il trattamento di questa forma debilitante della malattia di Parkinson”.

BIA 28-6156 / LTI-291 è un composto farmaceutico volto a curare pazienti con la malattia di Parkison associata al GBA (GBA-PD) causata da una mutazione sottostante del gene GBA1. Questa mutazione genetica colpisce all’incirca dal 10% al 15% dei pazienti con la malattia di Parkinson (100-150.000 pazienti negli USA) ed è un fattore di rischio confermato che generalmente porta ad un’insorgenza precoce della malattia e ad una progressione più rapida.

In aggiunta al pagamento iniziale, il valore totale dell’accordo può arrivare fino a 130 milioni di dollari, in base all’ottenimento di una serie di pagamenti eseguiti in funzione degli obiettivi raggiunti man mano che il preparato avanza nella sperimentazione clinica e sul mercato. Gli altri accordi finanziari non saranno rivelati.

 

Su BIAL Biotech

BIAL Biotech è un centro di eccellenza per lo sviluppo delle terapie della malattia di Parkinson geneticamente definita situata nel cuore del polo biotech di Boston.  BIAL Biotech è una società interamente controllata da BIAL, un’azienda farmaceutica con sede in Portogallo e filiali in Europa.